Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
News : Conclusa l'8^ edizione di "Luco in fiore"

Luco dei Marsi. Anche quest'anno si è svolta "Luco in fiore" che, conclusasi il 9 agosto, ha visto protagoniste per tre giorni le antiche "ruette" del Paese. La manifestazione, giunta alla sua ottava edizione, è organizzata dal Circolo ARCI. Abbiamo sentito il Presidente, Americo Esposito, che si è detto entusiasta della riuscita di quella che definisce "una festa di Luco per Luco". La preparazione della tre giorni luchese parte da lontano, dalla primavera cioè, quando i membri dell'ARCI cominciano a girare per tutto il Paese per cogliere con i loro obiettivi il risveglio dal torpore invernale di balconi e giardini luchesi .



E' così che prende forma la mostra fotografica che dà il nome alla manifestazione, al termine della quale viene premiato il balcone ed il giardino più bello, in base non tanto alla grandezza quanto più alla cura ed alla disposizione dei fiori. Quest'anno i vincitori, secondo la votazione della giuria composta dai membri dell'ARCI e da un team di esperti, sono stati la Famiglia Bianchi (Strada 43) per il giardino e la Famiglia D'Eramo (Via Regina Elena) per il balcone.
Nata quindi come mostra fotografica, la manifestazione da due anni a questa parte è invece diventata una passeggiata itinerante lungo le vie del "Borghetto" (la parte vecchia di Luco), alla scoperta di mestieri antichi e moderni che rivelano un'ampia produzione di artigianato luchese davvero inaspettata. Così si aprono le cantine, si è invitati ad entrare e a guardare, a chiudere gli occhi per un istante e a farsi guidare dall'onda dei ricordi che certi profumi evocano. Ci sono oggetti di ogni sorta. Ci sono preziosi merletti, trine e ricami che ispirano rispetto, per un così duro e minuzioso lavoro che la nostra generazione troppo spesso sminuisce, ma anche tenerezza, quella che ti rimane dopo aver parlato con la nonna di turno, che orgogliosa e timida ti spiega una tecnica di ricamo piuttosto che un'altra. Ci sono sculture fatte con il ferro, che dimostrano una plasticità che non ti aspetti da tale materiale. In mezzo a tanti mestieri che sanno di passato, abbiamo trovato anche l'esposizione di una professione del tutto innovativa: la wedding planner (organizzatrice di matrimoni). Come ci spiega la titolare e stilista Agnese Di Giamberardino, si tratta di una nuova figura professionale che cura la cerimonia (e comunque ogni genere di evento) in ogni particolare, dagli abiti alle partecipazioni, dalle bomboniere alla location, dalla musica ai confetti, ponendosi come filtro e coordinatore tra gli sposi ed i fornitori, diventando, come lei stessa ama definirsi, "un angelo custode cui rivolgersi per realizzare sogni altrimenti irrealizzabili". Ci sono tele, varie tecniche di dipinto, le tegole decorate, i fischietti artigianali, la terracotta, una mostra fotografica. L'artista che espone è Margherita De Rosa, delle cui foto ci colpisce la "vita vera" che ne emerge, molto lontane dai soliti paesaggi. Ci spiega che la mostra in questione è il prolungamento e l'adattamento della personale che ha portato a marzo in California, dal titolo "Tipica Italia sconosciuta ai più", nella quale ha esposto soggetti raffiguranti tipici scorci del paesaggio luchese, di altri paesi marsicani e del Fucino. E poi fiori di confetti, oggetti decorati al decoupage, abiti antichi e moderni, i dolci, le numerosissime composizioni floreali... insomma un mondo meraviglioso da scoprire e dal quale farsi rapire. Ovviamente non mancano i punti ristoro, dove è possibile gustare i piatti della cucina tradizionale come pasta e fagioli e le frittelle di pizza, il tutto naturalmente annaffiato da buon vino casareccio.
Come ci ha confermato il Presidente, questa manifestazione ha un valore aggiunto, perchè coinvolge tutta la popolazione, soprattutto quella del centro storico che, proprio in vista di questo importante appuntamento, abbellisce e cura in maniera minuziosa i suoi spazi, fornendo un servizio civico di cui beneficia tutto il Paese.
Non ci stupisce allora che si riscontra la piena e completa soddisfazione da parte degli organizzatori per un evento che ha visto la partecipazione di circa 5.000 persone, luchesi e non, che hanno potuto ammirare luoghi, veri e propri gioelli incastonati tra loro, sconosciuti ai più. L'ottima riuscita di questa edizione li spinge a pensare ancora meglio ed ancora più in grande per il futuro: è al vaglio infatti l'idea di allungare il percorso, andando a coinvolgere anche altri rioni luchesi, come per esempio Santa Maria. Non ci resta allora che complimentarci con l'organizzazione e darvi l'appuntamento al prossimo anno.

Per vedere tutte le fotografie dell'evento vai nella sezione "foto".

 

 

Territorio

 
Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane )
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright